Il Mutuo a Rata Crescente

Il Mutuo a Rata Crescente

Per parlare di un mutuo a rata crescente o decrescente è necessario intervenire sul piano di ammortamento e modificare la quota capitale delle singole rate.

In confronto ad un piano di ammortamento a rate costanti (ammortamento francese), nel caso delle rate crescenti la percentuale di quota capitale sarà meno consistente nelle prime rate. Pertanto, in quanto il capitale si riduce più lentamente, si avrà una maggior esposizione agli interessi che vengono calcolati sempre sul capitale residuo; il risultato è un totale interessi da pagare maggiore rispetto ad un ammortamento a rata costante.

Attenzione però agli interessi della rata crescente!
Se i tassi di mercato dovessero subire un repentino rialzo soprattutto nei primi anni, questo tipo di mutuo potrebbe diventare molto più oneroso rispetto ad un variabile classico: maggiori interessi di mercato più maggiori interessi della rata crescente.  

A chi è consigliata la rata crescente?
Il mutuo a tasso variabile e rata crescente è consigliato quando:
- si prevede un aumento consistente del proprio reddito negli anni
- si ha un’alta propensione al rischio della variazione dei tassi
- non si vuole rinunciare ai vantaggi del variabile pur non possedendo un grosso reddito in fase iniziale
- il mutuo ha una lunga durata