Il Mutuo a Rimborso Autonomo del Capitale

Il Mutuo a Rimborso Autonomo del Capitale

A differenza di quanto accade per i mutui tradizionali, per i quali l'importo della rata include una quota a titolo di interessi e una quota a titolo di capitale, nei mutui a gestione autonoma (detti anche mutui liberi o elastici) la rata è composta dai soli interessi.
Il capitale sarà rimborsato liberamente, in base alle disponibilità economiche del mutuatario, in ogni caso entro determinate scadenze.

Le condizioni contrattuali del mutuo libero possono essere del tipo: "il mutuo è concesso per una durata di 20 anni al tasso nominale annuo del 5%, variabile trimestralmente in funzione dell'andamento dell'Euribor +2,5% di spread. Il mutuatario è obbligato al pagamento mensile dei soli interessi. Il capitale potrà essere rimborsato con quote non inferiori a 20.000 euro e nel rispetto delle seguenti condizioni: almeno il 25% del capitale dovrà essere restituito entro il decimo anno; almeno il 50% dovrà essere rimborsato entro il quindicesimo anno; il rimanente 50% dovrà essere saldato entro il ventesimo anno".

Il mutuo a gestione autonoma, per la sua struttura, è consigliato ai lavoratori autonomi che sono titolari di redditi molto variabili; a tutti coloro che vogliono avere una maggiore flessibilità o prevedono di avere delle maggiori entrate in futuro.

Tra gli aspetti positivi di questa forma di finanziamento vi è sicuramente la possibilità di programmare pagamenti mensili di importo relativamente basso, lasciando, in questo modo, la libertà di rimborsare il capitale in momenti migliori.
Per contro, però, con questo tipo di mutuo, se non si è abbastanza organizzati, si corre il rischio di arrivare alle scadenze contrattuali, senza aver risparmiato le somme necessarie al rimborso del capitale.