Il Prestito Auto

Il prestito auto è una forma di finanziamento finalizzato, ideato per chi vuole acquistare un’automobile o un veicolo commerciale sia nuovo sia usato senza mobilitare tutto il capitale necessario per l’acquisto.
I finanziamenti possono coprire anche una cifra elevata con un piano di ammortamento fino a dieci anni. Rate e tasso fissi per poter pianificare i pagamenti.

I soggetti finanziatori possono essere:
- concessionari e rivenditori, che possono aver stipulati accordi con istituti di credito o finanziarie possono proporre un’offerta ai propri clienti;
- le banche, che generalmente concedono un prestito personale;
- le società captive: società intermediarie di assicurazione o di riassicurazione, spesso create dalla stessa casa automobilistica per gestire al meglio il proprio rischio.

La legge stabilisce che un contratto di prestito per automobile deve contenere i seguenti elementi:
- il tasso di interesse praticato;
- tutti i costi e le condizioni praticate, inclusi i maggiori oneri in caso di mora;
- l’ammontare e le modalità del finanziamento;
- il numero, gli importi e la scadenza delle singole rate;
- il tasso annuo effettivo globale (TAEG);
- il dettaglio delle condizioni analitiche secondo cui il TAEG può essere eventualmente modificato;
- l’importo e la causale degli oneri che sono esclusi dal calcolo del TAEG;
- le eventuali garanzie richieste;
- le eventuali coperture assicurative richieste e non incluse nel calcolo del TAEG;
- il bene che si sta acquistando, l’importo di eventuali caparre versate.

Di solito, i tempi per ottenere un prestito auto sono ridotti. Si parla sempre di una settimana o meno dall’apertura della pratica.
La somma viene erogata con un accredito direttamente sul conto corrente del contraente. Con garanzie e polizze assicurative più complesse, posso accedere a questo servizio anche i protestati e i cattivi pagatori, previa approvazione della società erogante.

Interrompere il pagamento delle rate di rimborso del finanziamento da avvio a delle conseguenze abbastanza gravi:
- agli interessi dovuti verrà applicata una mora di importo variabile;
- sussiste un rischio concreto di essere inseriti nelle centrali rischi dei cattivi pagatori;
- l’istituto di credito potrebbe risolvere il contratto e il cliente si dovrebbe sobbarcare tutte le spese bancarie e di protesto, oltre agli oneri sostenuti dall’Istituto per il recupero delle somme dovute;
La normativa, comunque, stabilisce che è sempre possibile estinguere il prestito in anticipo rispetto al termine concordato nel contratto. Il cliente, però, dovrà rimborsare il capitale residuo ancora dovuto, maggiorato di una penale che, per legge, non può essere superiore all’1% dell’importo finanziato.

Commenti

Post popolari in questo blog

Come sospendere le rate del mutuo

Cosa succede al mio mutuo se la banca fallisce?

Simplesurance protegge quello che ti sta a cuore

Conto adesso ti premia con un Buono Regalo Amazon.it

Bonus bebè e aiuti alla famiglia per il 2016

Fineco entra nel mercato dei mutui ipotecari

Come sospendere il pagamento del mutuo per un anno

Come richiedere l’annullamento di un contratto di mutuo se la rata è diventata troppo alta?

Tipologie di Mutui

Sospensione dei mutui case danneggiate dal sisma