Prestito su Pegno

Il prestito su pegno è una forma di finanziamento per la quale la garanzia di pagamento è rappresentata da un oggetto di valore, come per esempio gioielli, pietre preziose, orologi. Si tratta di prestiti generalmente di importo piuttosto basso ma che hanno il grande vantaggio di essere elargiti rapidamente e senza pregiudiziali nei confronti di cattivi pagatori e protestati, in quanto non prevedono istruttorie particolari

Caratteristiche del prestito su pegno:
- Immediatezza
A differenza delle altre tipologie di finanziamento, compresi i cosiddetti prestiti veloci, è sufficiente presentarsi alla banca o agenzia prescelta con un oggetto di valore per ricevere il prestito. L'oggetto viene infatti periziato e, stabilito il suo valore di mercato, viene concesso il finanziamento per una percentuale di quest'ultimo (generalmente mai meno del 40%).
Come si vede non viene quindi richiesta alcuna garanzia reddituale o informazioni su prestiti pregressi. L'unico limite possibile è che il creditore non sia convinto che il debitore che presenta il pegno ne sia effettivamente il proprietario o che provenga da traffici illeciti.
Gravano sul finanziamento erogato degli interessi e una serie di commissioni legati alla custodia del bene.
- Durata
Altra caratteristica fondamentale del prestito su pegno è la durata: scaduto il periodo previsto (generalmente 3 / 6 mesi) è possibile procedere ad uno o più rinnovi, soggetti anch'essi, ovviamente, a interessi e commissioni. Dal momento dell'ultima scadenza all'effettivo avvio alla vendita del pegno non riscattato passa un mese.
- Riscatto
Il bene dato in pegno può essere riscattato a scadenza, in anticipo su di essa, o immediatamente dopo la scadenza stessa. In caso di riscatto a scadenza nulla è dovuto e si rientra in possesso del bene dietro pagamento del dovuto. Se si fa una estinzione anticipata, ossia si riacquista il possesso del pegno in anticipo sul previsto, si avrà la restituzione della quota interessi per il periodo residuo. A volte succede, infine, che il finanziamento scada e il pegno venga avviato alla vendita. Se il proprietario riesce ad intervenire prima dell'asta potrà riacquistarlo sostenendo però le commissioni di preparazione alla vendita e spese di esposizione.

Post popolari degli ultimi 7 giorni

Cosa succede al mio mutuo se la banca fallisce?

Come sospendere le rate del mutuo

Come affittare una stanza a Milano: guida all'affitto!

Una per tutti! VIABUY Mastercard® Prepagata

Come richiedere l’annullamento di un contratto di mutuo se la rata è diventata troppo alta?

I migliori quartieri in cui vivere a Torino se sei uno studente

Prestiti a Protestati

Fineco entra nel mercato dei mutui ipotecari

Prestiti Personali