Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2016

Come sospendere il pagamento del mutuo per un anno

Immagine
Le famiglie in difficoltà economica possono chiedere di sospendere i pagamenti della rata del mutuo per 12 mesi (mutui casa o surroga ma anche altri finanziamenti, come i prestiti personali) grazie alla moratoria nata dall'accordo tra Associazione Bancaria Italiana e Associazioni dei Consumatori del 31 marzo 2015, valido per il triennio 2015/16/17 (l'accordo è valido anche per finanziamenti per credito al consumo di almeno 24 mesi). Teniamo a precisare che si tratta di una possibilità diversa e alternativa rispetto al Fondo Statale di Solidarietà per Sospensione Mutui (18 mesi di sospensione, diversi requisiti per la domanda) e che il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha dichiarato che sarebbe preferibile sospendere il mutuo domandando l'accesso al Fondo di Solidarietà, chi non riuscisse può poi rivolgersi alla moratoria ABI-Consumatori.
L'accordo tra le banche e le associazioni dei consumatori per il piano di sospensione della rata del mutuo casa o surroga e …

Cosa succede al mutuo in caso di morte?

Immagine
Nel caso in cui esista un mutuo su un immobile, quando avviene la morte del mutuatario, si possono aprire vari scenari, in base alle scelte che sono state fatte prima della stipula che dopo la morte del de cuius da parte degli stessi eredi. Il punto certo rimane quello che la banca, in ogni caso, esige il pagamento del credito residuo o delle rate, e quindi si rivolgerà agli eredi secondo la linea di successione, a meno che non siano presenti delle polizze sulla vita caso morte fideiussorie. Adesso vediamo le differenti possibilità.
Stipula di una polizza vita prima della stipula del mutuo In questo caso si hanno due possibili scelte: la prima di queste è rappresentata da una polizza vita fideiussoria, che risarcirà la banca per il credito residuo (se il mutuo è cointestato, la polizza coprirà il 50% del credito residuo), senza troppe preoccupazione per i superstiti, i quali dovranno presentare alla compagnia di assicurazione i documenti che certificano il decesso, dopo di che la compagni…

Cosa succede al mio mutuo se la banca fallisce?

Immagine
Senza dubbio questa è una domanda che ogni mutuatario si è posto in seguito alla vicenda del fallimento di Banca Marche, Banca Etruria, CariChieti e CariFe.
Il fatto che il salvataggio di queste 4 banche, deciso dal Governo con il Decreto Salva Banche, sia pesato interamente sui clienti titolari di obbligazioni subordinate è servito ad aprire gli occhi a molti consumatori. Se una volta il fallimento di una banca era considerato un evento sporadico, oggi la fiducia nel sistema bancario italiano è ai minimi storici.
Con questa aria, molti consumatori hanno cercato di informarsi per capire come fosse più sicuro investire i propri soldi, ma anche per tutelare il proprio futuro in caso di fallimento della propria banca. La questione che ha suscitato più interesse è quella del mutuo casa, ovvero l’investimento più grande di un cittadino comune. La domanda è quindi: cosa succede al mutuo se la banca che lo ha erogato fallisce? 
La risposta a questa domanda è che non succede nulla. In passato, ne…

Chi paga il mutuo sulla casa coniugale in caso di divorzio?

Immagine
Sembrerebbe una cosa che accade raramente, ma questa è una situazione che coinvolge 600.000 famiglie in Italia e che ha conseguenze pesanti per chi si trova fuori casa.
Un avvocato ci illustra le potenziali soluzioni per correre ai ripari, sia in presenza di figli minorenni o no.
"Mutuo e divorzio" è una questione che può rivelarsi piuttosto ardua dopo la fine di un amore, soprattutto se a essere coinvolti sono anche figli minorenni. Oltre al dispiacere per il matrimonio appena concluso, ci si trova a dover fronteggiare tutta una serie di problemi di natura economica e finanziaria. Prima di tutto quelli legati al mutuo eventualmente acceso per acquistare casa, considerato che quest’ultimo è un contratto che non ha nulla a che vedere con il rapporto matrimoniale e quindi con la separazione o il divorzio. La fine del matrimonio non ha infatti alcun effetto sul prestito che deve continuare ad essere pagato dai contraenti. Un problema sempre più sentito, tanto che, secondo una rece…