Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2016

Come sospendere le rate del mutuo

Immagine
Al Fondo di solidarietà prima casa gestito da Consap, già in vigore dal 2013, si è affiancato dal 2015 un nuovo strumento che permette di richiedere la sospensione delle rate del mutuo a colore che si trovano in difficoltà con i pagamenti. La nuova moratoria, introdotta con la legge di Stabilità 2015 (art.1, comma 246), è resa possibile grazie a un accordo tra l’Associazione bancaria italiana (Abi) e alcune associazioni dei consumatori.
Cos'è il "Fondo di Solidarietà prima casa"? E’ uno strumento che permette di richiedere la sospensione del pagamento delle rate a causa del sopraggiungere di certi eventi che colpiscono il titolare del contratto di mutuo. Il Fondo finanziato con 20 milioni di euro per il 2015 permette di sospendere il pagamento delle rate fino ad un massimo di 18 mesi.
Requisiti Per richiedere l’accesso al beneficio è necessario che dopo la stipula del contratto di mutuo e nei tre anni precedenti la richiesta si sia verificato uno dei seguenti eventi: - cessazi…

Come richiedere l’annullamento di un contratto di mutuo se la rata è diventata troppo alta?

I tribunali sono sempre più spesso coinvolti nelle controversie che vedono le banche come controparte, e da circa un anno è diventata protagonista l’interpretazione data dal tribunale di Venezia sulla legittimità di un mutuo, stabilendo che i mutui fondiari erogati per percentuali superiori al 80% sono illegittimi e quindi è nulla la conseguente registrazione dell’ipoteca.

In questo senso quindi è da intendersi che il “mutuo è troppo alto”, ovvero quando la percentuale di finanziamento erogata ha superato l’80% della soglia imposta dalla legge e senza che tale eccedenza sia stata bilanciata dalla stipula di polizze fideiussorie o garanzie accessorie simili. E’ da sottolineare che l’interpretazione del tribunale che potrebbe costituire un precedente riguarda solo i mutui fondiari.

Che cosa bisogna controllare per poter considerare il mutuo “eccessivo”

Per prima cosa quindi bisogna accertarsi che il mutuo sia di tipo fondiario. A riguardo non ci si deve scoraggiare se nel contratto di mutu…

Surroga o portabilità del mutuo

Immagine
La surroga del mutuo o portabilità è la procedura introdotta dalla l. 40/2007, nota come Legge Bersani, grazie alla quale trasferire il proprio mutuo a costo zero dalla banca con cui il contratto di mutuo è in essere ad altro istituto. La surrogazione consente di modificare i parametri del mutuo (durata, tasso, importo della rata) senza variare l'importo del debito residuo, e questo la rende molto conveniente. Se invece, oltre all'importo per estinguere il vecchio mutuo si ha bisogno di liquidità aggiuntiva, c'è la sostituzione: la sostituzione del mutuo prevede una procedura diversa dalla surroga e comporta alcuni costi aggiuntivi. Fai un preventivo di surroga mutuo e scopri la nuova rata o visita la pagina dei migliori mutui surroga di oggi, oppure calcola subito quanto potresti risparmiare con la sostituzione.
Per effettuare un preventivo gratuito non impegnativo clicca qui o sul banner, inserisci i dati richiesti e visualizzerai le migliori proposte per surrogare o sost…

Bonus bebè e aiuti alla famiglia per il 2016

Immagine
Quali sono le agevolazioni per famiglie italiane in vigore per il 2016?
Ecco nel dettaglio in che cosa consistono e come presentare la domanda.

1. Bonus bebè 2016
Il "Bonus Bebè" consiste in un assegno di 80 euro al mese (960,00 euro all'anno) per ciascun figlio nato o adottato dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2017 per la durata massima di 3 anni di età.  
A chi spetta? L'assegno è partito dall'1 gennaio 2015 per le neo mamme e famiglie adottive con ISEE sotto i 25.000 euro mentre per le famiglie a basso reddito fino a 7.000 euro l'importo dell'assegno è raddoppiato e passa da 80 a 160 euro.
Come richiederla? I genitori in possesso dei requisiti devono presentare domanda compilando l'apposito modulo INPS assegno di natalità - bonus bebè e presentare la richiesta:
- andando su www.inps.it - Servizi on line. Prima però bisogna attivare un PIN personale;
- chiamando il numero verde 803.164 (numero gratuito da rete fissa) o il numero 06 164 164 (numero per cel…